Trama 2012: seguendo la scia della cometa e il sogno di Isidori
Anno di pubblicazione: 2010

Il romanzo di spionaggio ruota intorno a un’idea centrale: l’evoluzione di coscienza, se praticata da ogni uomo, può salvare l’umanità non solo dai fallimenti creati dalle azioni inconsce ma anche dalle catastrofi naturali. La vicenda si svolge principalmente a Roma, città delle ambasciate e luogo d’incontro ideale tra l’occidente scettico e l’oriente fondamentalista. I personaggi principali sono Fabrizio Isidori, diplomatico d’ambasciata di uno stato africano, e Laura Penker, sua compagna e corrispondente dal CERN di Ginevra per la rivista di divulgazione scientifica Galileo.
Nel gennaio del 2012 Tommaso Lipari, astrofisico del CERN, scopre che un gigantesco asteroide colpirà la Terra nella notte tra il 20 e il 21 dicembre, distruggendo quasi completamente la vita sul pianeta. La possibile catastrofe, prevista negli antichi testi Maya, è riferita dal Direttore del CERN, dottor Kolher, al direttore della Network sa, lo psicologo occultista Anatoly Pavlov. La Network sa è il consorzio formato dalle dieci multinazionali che controllano l’economia mondiale. Pavlov decide di manipolare la notizia, per evitare di seminare il panico tra la popolazione del pianeta. Mentre negli articoli dei quotidiani, dedicati all’argomento, sono drasticamente ridotte le probabilità d’impatto, il capo della Network sa prepara un piano di salvataggio per l’èlite dei ricchi monopolisti. In tempi brevissimi deve essere costruita l’enorme stazione orbitante, denominata Arca. Su di essa sarà stivato anche il DNA di ogni forma di vita, animale e vegetale, l’intero patrimonio culturale umano in formato digitalizzato e l’enorme ricchezza in lingotti d’oro, accumulata dalle multinazionali consorziate. Dopo la catastrofe, Pavlov farà ricominciare la vita sulla Terra secondo la sua utopistica visione.
Contemporaneamente, Sherman O’Connors, responsabile della CIA per l’Europa, e il maggiore Luigi Borghi, comandante della sezione speciale B1 del SISINFO, il servizio segreto italiano, conducono l’indagine Reciprocity, per scoprire i piani atomici militari dell’Iran. Indagando sul contrabbando di armi e su una società genovese di copertura, l’Iranexp spa, individuano una cellula segreta iraniana che ha un infiltrato nel laboratorio ginevrino del CERN. In questo modo trova spiegazione il passaggio d’informazioni riservatissime agli scienziati atomici iraniani, che le utilizzano per scopi militari.
Il diplomatico Fabrizio Isidori compie un sogno ricorrente, uomini uniti come in un girotondo riescono a sventare con la forza del loro spirito una minaccia per il pianeta. Dopo aver consultato i suoi amici, Giorgio Conti, professore di Economia all’Università, Sigismondo Brentano, psicologo junghiano e il filosofo milanese Ludovico Villa, grazie alla loro mediazione Isidori è ricevuto nell’abbazia milanese di Chiaravalle da Frate Ettore, un valente fisico quantistico divenuto cistercense. Il religioso, analizzando il sogno, comprende la missione del diplomatico: sventare la funesta minaccia dell’asteroide, scoperto da Lipari, e iniziare il movimento salvifico del Secondo Rinascimento. Lo scopo della corrente di pensiero è coinvolgere in azioni concrete ogni individuo, senza distinzioni di razza o di religione, per impedire la distruzione dell’ecosistema terrestre. Le azioni dedicate alla protezione dell’ambiente terrestre, eviteranno la fine dell’Umanità a causa dell’inquinamento prodotto e consentiranno la salvezza di ogni uomo di buona volontà. Al colloquio con Frate Ettore è presente anche Lipari che li ha raggiunti a Milano, dopo esser fuggito a un agguato, tesogli a Ginevra dai sicari di Pavlov. Frate Ettore conferma che l’evento catastrofico del 21 dicembre può essere evitato agendo con la buona volontà e la forza del pensiero sulla struttura energetica della materia inorganica. Per riuscire nell’intento, che appare impossibile, il frate affida a Ludovico Villa il compito di seguire nel cammino iniziatico Fabrizio Isidori. Il diplomatico dovrà evolversi, passando attraverso tre prove, per acquisire il controllo dei poteri di cui è dotato. L’azione dei simboli, contenuti in tre luoghi particolarmente rilevanti per la storia dell’uomo, che sono la basilica sotterranea pitagorica di Porta Maggiore a Roma, il mosaico della cattedrale di Otranto e la cappella di San Severo a Napoli, trasformerà la coscienza di Isidori, rendendolo padrone delle sue notevoli capacità spirituali. Per proteggerlo nella sua delicata funzione, Frate Ettore, da anni padre spirituale del maggiore Borghi, affida al militare e ai suoi uomini della sezione B1 il compito di vegliare sull’incolumità di Isidori…